Festeggiare il Capodanno con Conigli e Cavie

pubblicato in: Consigli | 0

Ogni anno la stessa storia: anche se la maggior parte dei comuni italiani li vieta, i botti di Capodanno tornano puntuali.

Così come torna puntuale la paura per gli animali particolarmente sensibili a questi eventi.

conigli botti di capodanno

Molti conigli e cavie se ne fregano dei botti perché abituati ai rumori della città e ai rumori casalinghi (in fondo il rumore di un bicchiere che cade sul pavimento non è molto diverso da un petardo che scoppia in strada). Ma molti si spaventano e quindi dobbiamo restare calmi e affrontare con loro questo momento.                                                    

Ecco alcune precauzioni da adottare per mascherare i forti rumori tipici del Capodanno:

  • Chiudere per bene tutte le finestre e tirare giù le tapparelle
  • Chiudere tutte le porte di casa intorno alla stanza in cui si trova l’animale
  • Accendere la televisione o la radio ad un volume leggermente più alto rispetto ai rumori esterni
  • Parlare come sempre e comportarsi come sempre
  • Lasciare a disposizione tane o nascondigli in cui l’animale si senta al sicuro
  • Dare verdura e premietti sfiziosi durante il momento più rumoroso
  • Se i vostri animali vivono in esterno portateli in casa la mattina del 31, cercando di evitare il grande sbalzo di temperatura

Se conigli e cavie rimangono a casa da soli, limitateli in una stanza con porte e finestre chiuse, con a disposizione verdura e nascondigli. Togliete tutto ciò che può risultare pericoloso (mobili su cui possano saltare, cavi elettrici ecc) perché se dovessero correre improvvisamente potrebbero farsi male.

Tenete a portata di mano qualche contatto di cliniche veterinarie aperte 24H, in modo che possano offrire un primo soccorso in caso di necessità.

Consigliamo a tutti di festeggiare in modo più silenzioso, nel rispetto di tutti, non solo degli animali.

Abbracciarsi e fare un brindisi è un buon inizio per accogliere il 2017 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *