La prima cosa che solitamente si fa quando si decide di adottare (non comprare!!) un coniglio è pensare agli accessori che gli serviranno. E purtroppo tra questi c’è la gabbia.

LA GABBIA NON SERVE.

origin_7264693028

Anzi, non dovrebbe proprio esistere, perché retaggio storico degli allevatori di conigli da riproduzione e da carne.

Il coniglio, come tutti gli animali d’altronde, non è un animale che può vivere rinchiuso in gabbia. Tutti noi quando pensiamo al coniglio, lo immaginiamo saltellare libero e scuotere le orecchie felice. Allora perché il coniglio domestico dovrebbe vivere rinchiuso in una prigione, separato dalla sua famiglia?

I conigli sono animali molto attivi, giocosi, socievoli, curiosi, intelligenti. In natura scavano, cercano cibo, viaggiano, saltellano grazie alle loro potenti zampe posteriori. Hanno bisogno di un ambiente adatto a ciò e la loro priorità è lo spazio.

Il coniglio domestico deve quindi vivere libero 24 ore al giorno, in un ambiente confortevole, non limitato da gabbie o in spazi ristretti in cui non può essere se stesso.

 

y

 

Il kit del principiante

  • Cassettina dei bisogni (va bene quella del gatto, o il fondo della gabbia, almeno 30x40cm)

  • Lettiera (pellet da stufa in faggio, o pellet di carta pressata, o tutolo di mais, o truciolo di canapa - NO la sabbia per gatti, tossica per i conigli)

  • Beverino o ciotolina

  • Fieniera

  • Fieno

  • Spazzola o pettine con denti di metallo

 

18s0h4ikdqyzkjpg

Una casa a prova di coniglio

Il coniglio è per antonomasia un animale monello. Per questo è necessario attrezzare la casa, affinché il nuovo arrivato eviti di far danni, ma soprattutto per evitare che si faccia del male.

NB: Non è detto che tutti i conigli abbiano abitudini pericolose, queste che diamo sono indicazioni per tutti i casi, da valutare in base al comportamento del vostro coniglio.

  • Proteggete i cavi elettrici con copricavi

  • Chiudete la tavoletta del wc

  • Delimitate l’accesso alle scale (ad esempio con cancelletti per bambini)

  • Alzate le tende per evitare di trovarle a brandelli

  • Costruite barriere per la protezione di mobili in legno antico, sedie, tavoli (si possono cospargere di pepe, fasciare con biadesivo, “vestire” con calzini appositi… date sfogo alla fantasia!)

  • Togliete dalla portata lapina le piante ornamentali

 

4672812565_6770e60fae_b

 

All’esterno

Se avete scelto di far vivere il vostro coniglio all’esterno, dovete tenere presente che il coniglio è una preda e un ottimo scavatore.

  • Accertatevi che lo spazio dedicato all’animale sia recintato, e la recinzione sia interrata almeno per 50cm

  • Fornite uno o più ripari coibentati per ripararsi dalle intemperie e dal freddo

  • Qualche pianta o cespuglio sono utili a fare ombra in estate

  • Anche qui non dovranno mancare acqua e fieno (abbondante in inverno per scaldarsi)

  • L’ideale sarebbe proteggere il coniglio anche da attacchi di rapaci, quindi coprendo la sua zona con una rete di protezione

 

 

I giochi

Il gioco migliore per un coniglio? Un compagno! Non ci stancheremo mai di dirlo: in due è meglio.

Oltre a questo, ovviamente anche al coniglio piace giocare, nonostante per noi umani non sia sempre facile capire le modalità di gioco di questo tenero animale. Con il tempo e l’attenzione però è possibile capire il linguaggio lapino e anche giocare con il proprio coniglio!

I giochi più apprezzati sono:

  • Tunnel in legno, tela o fibra

  • Legnetti da sgranocchiare (vedi qui quali sono commestibili)

  • Vecchi mestoli di legno

  • Casette di cartone riempite di fieno (attenzione non vengano rosicchiate e ingerite)

  • Giocattoli per neonati in plastica rigida

  • Una vecchia coperta o asciugamano da scavare (attenzione non venga rosicchiato e ingerito)

 

2013-09-08-17-03-26 

 

Il coniglio sa usare la lettiera?

Come tanti altri animali domestici può essere addestrato a usarla! Appena arrivato nella sua nuova casa, dedicategli uno spazio relativamente ristretto (una stanza o un angolo recintato), offrendogli la lettiera ricoperta di fieno. Piano piano lui imparerà a usarla e potrete allargare lo spazio a sua disposizione: lui tornerà sempre lì per fare i suoi bisogni. E se per caso qualcosa scappa fuori, pulite con uno scottex e riponetelo sulla lettiera, così questa assorbirà gli odori e richiamerà il coniglio alla base.
Se la casa è molto grande, usate più lettiere, in modo da evitare incidenti, e non dimenticate il fieno: dove c’è fieno c’è pipì 😉

NB: Se il coniglio fa pipì in giro può essere per esigenze di marcatura: è il momento di provvedere alla sterilizzazione (qua i motivi per cui è altamente consigliata). Se anche così il problema non si risolve potreste dovervi arrendere all’idea che il vostro coniglio è solo molto monello: prima di adottare chiedetevi se sareste disposti ad accogliere un animale dal codino alzato facile! 🙂