Perché adottare un coniglio

pubblicato in: Consigli | 5

I 10 VANTAGGI NELLO SCEGLIERE UN CONIGLIO

 

adottare coniglio nano

 

  1. Mangerai più sano.
    Il tuo frigorifero si riempirà di verdura destinata a lui ma che inizierai a scoprire molto più volentieri anche tu.
  2. Allenerai il cuore.
    Il piccolo orecchiuto si butterà a terra di colpo per dormire sogni tranquilli e tu ti spaventerai a morte.
  3. Amplierai la tua rete di conoscenze.
    Ti iscriverai a moltissimi gruppi Facebook che pullulano di mamme e papà lapini tutti affetti dalla stessa malattia: la Lapinite cronica.
  4. Arrederai casa con stile.
    Lenzuola, asciugamani, quadretti, lucine e tutto ciò che raffigura un coniglio cambierà l’aspetto di casa tua.
  5. Imparerai a riconoscere le migliori offerte.
    Verdura e fieno messi a confronto attraverso complicati calcoli matematici che ti permetteranno di riconoscere il miglior rapporto qualità-prezzo.
  6. Avrai una dimora sicura.
    La piccola bestiolina batterà i piedoni per avvisarti dei pericoli incombenti, si alzerà in piedi come un omino per controllare che siano le 20:00 e che tutto vada bene o si sdraierà davanti alle porte per proteggerti dagli spifferi (ma anche dai fantasmi).
  7. Comprerai il pellet per stufe.
    Nonostante tu non abbia una stufa a pellet.
  8. Imparerai il valore del sonno.
    Con un bel pigiama ricoperto di peli e fieno ti infilerai nel letto, ti addormenterai e verrai svegliato verso le 6 del mattino dal dolce coniglietto bisognoso di verdure.
  9. Aggiornerai la tua rubrica telefonica.
    Veterinario di fiducia, veterinario per le emergenze, veterinario 3, pronto soccorso veterinario.
  10. Entrerai in un mondo di cui ancora pochi conoscono la bellezza 🙂

5 Risposte

  1. Serena Maria Catalano
    | Rispondi

    Ti sveglierai alle 6 (anche prima) perché a quell’ora lui si alzerà dalla cuccia e, per tenersi in forma, salterà sul tuo letto per fare i suoi balletti mattutini.

  2. Luciana Dominici
    | Rispondi

    Felicissima di aver adottato tramite la vostra Associazione la mia carissima Rosetta il 21 luglio 2016. Io e la mia famiglia vi ringrazieremo sempre …… anche il suo amico Jerry…( pure lui adottato) . Grazie

  3. Luana
    | Rispondi

    Vero!poi e’ ecosostenibile come pet in giardino mangia solo erbette fiori selvatici pur non toccando quasi l ‘orto ..o mangia quello che tu non mangi poi fieno ..e crocchette alle 42 piante e snack poi usano la porticina basculante per uscire e rientrare imparano subito poi basta un vassioio con ciotole e fieniera di legno vicino cassettina igienica dove preferiscono loro fare i loro bisognini ,poi tappetini in pile ed e’ fatta..sono felici loro e tu e danno tanto di quell’ affetto !vogliono tante coccole ti vengono vicino si strofinano su di te in giardino e in casa e quando torni ti vengono incontro li chiami arrivano dal giardino subito ,due poi sono il massimo ..e giocano con il cane ,ogni tanto il cane se le prende da loro un po’ di graffiate e morsi se va dove loro non vogliono..ah ah..e cacciano i topi e ghiri poveracci,..io le ho viziate tanto con uvetta e adesso se non gliela do quando vogliono me le passano ah ah..mi aggrediscono mi graffiano le gambe in piedi e non mi lasciano passare in cucina fino che non gli do l uvetta ah ah..ruggiscono quasi..poi vogliono tanto coccole e massaggi sul divano o attaccate alle gambe sul tappeto sotto il divano..

  4. Luana
    | Rispondi

    Dimenticavo anche la casetta di stoffa e cartone hanno le mie e tana privata in giardino ,con arbusti per l ‘ombra ecc

  5. Davina
    | Rispondi

    È un mondo che conosco benissimo. Vi racconto un episodio.Bellissimo, quando ci fu il terremoto nei pressi di Modena e lo sentiamo bene fino in a Lucca, avevo una coniglietta in quel periodo di notte non ci faceva chiudere occhio e di giorno stessa storia forza di battere i piedi e attaccò 15 giorni prima .I nostri conigli ci salvano davvero la vita basta saperlo ascoltare. Oggi ho un maschio testa di leone ed è la mia vita insieme alle mie porcelline indiane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *